Novità n.6: Vani Porta Oggetto con alimentazione 220V

Semplifica la tua vita, ORA PUOI!

I Vani Porta Oggetto 220V sono disponibili in diverse misure. Sono pensati e realizzati per poter essere inseriti in qualsiasi ambiente. Proteggono le strumentazioni mentre si ricaricano grazie alla distribuzione 220V a norma. E' possibile rilevare tramite software la presenza degli strumenti e registrare l'identità di chi esegue il prelievo.

I Vani Porta oggetto presentano una costruzione meccanica robusta, a garanzia di lunga vita di tutte le parti del sistema, e un alta resistenza al ribaltamento. Sono inoltre dotati di un sistema ad impilamento sicuro con una Chiave Maestra che permette l'apertura di tutti i vani. A richiesta è possibile avere un profilo chiavi protetto da duplicazione.

VPO.png


I tuoi strumenti di lavoro al sicuro e pronti all'uso!

Proteggi le strumentazioni mentre si ricaricano, rileva a software la presenza degli strumenti, registra l'identità di chi preleva e modifica a software i diritti di prelievo.
Dotato di sistema ad impilamento sicuro, alta resistenza al ribaltamento, chiave maestra per apertura di tutti i vani e distribuzione 220V a norma.
Realizzato con una costruzione meccanica robusta, a garanzia di lunga vita di tutte le parti del sistema, facile sostituzione del cilindro di chiusura, realizzabile sul posto anche da proprio personale.
A richiesta: profilo chiavi protetto da duplicazione.

Esempio di utilizzo

Adottamento di un sistema di deposito per la conservazione protetta delle strumentazioni di particolare interesse, che vengono condivise da operatori diversi nei diversi turni di lavoro di una Polizia Locale.


Obiettivi:

1)    Conservare le strumentazioni sotto chiave e sotto alimentazione elettrica 220V per la loro ricarica;

2)    Garantire la ricarica di strumentazioni che pur hanno "specifiche di alimentazione" diverse tra loro;

3)    Disporre di una soluzione modulare con vani di dimensioni variabili, per ospitare entro ogni singolo vano dispositivi di piccole dimensioni, oppure anche più strumenti che compongono uno specifico KIT o, in ultimo, attrezzature molto ingombranti e pesanti;

4)    Garantire la resistenza contro aperture non autorizzate;

5)    Disporre di un registro informatico degli accessi, con identità, data e ora dell'accesso;

6)    Modificare a software i diritti di prelievo;

7)    Rilevare a software la disponibilità degli strumenti;

8)    Garantire la visione interna del vano anche con l'anta chiusa, per rapidità operativa;

9)    Contenere il valore dell'investimento con una soluzione molto economica;

SOLUZIONE

•    Vani porta oggetto modulari, chiusi da serratura meccanica a chiave;

•    in ogni vano è presente un gruppo presa con un numero variabile di prese a norma;

•    la chiave di ogni vano è conservata in una bacheca elettronica;

•    i diritti di accesso degli operatori alle chiavi è regolamentato dalla data base della bacheca;

•    al prelievo di una chiave corrisponde un accesso al vano e, quindi, alle strumentazioni lì conservate;


Un sistema così congeniato, ovvero basato su vani chiusi a chiave e su una bacheca elettronica, realizza un notevole risparmio rispetto ai sistemi di vani con chiusura elettronica/digitale.

 

Powered by: MR GINO